domenica 25 maggio 2014

Bocconcini di marmellata e grazie a Rigoni di Asiago

Sebbene, come già accennato precedentemente, sia un periodo frenetico, non posso non lasciarvi le mie ricettine pur non dilungandomi in chiacchiere varie. La ricetta in questione è tratta dalla mitica Stefania; a dire il vero era un po che volevo provarla e quale occasione migliore se non quella presentata mi da un piacevolissimo pacco di cui mi ha omaggiato Rigoni di Asiago? Nello specifico un tris di marmellatine  fior di frutta ai gusti di albicocca, ciliegia e frutti di bosco, e un tris di mieli: di fiori, di arancio e del bosco.
Ho quindi realizzato questi dolcetti con marmellata di albicocche.
La dose è per 12 pezzi ma io ho ricavato ca 26 bocconcini utilizzando dei mini pirottini come stampo.
175 GR di burro (io inalpi)
60 GR di zav (io S. Martino)
1 bustina vanillina
150 GR di farina ( io molino Rosignoli)
1 cucchiaino di lievito ( io S. Martino)
40 GR di amido
Marmellata di albicocche q.b. ( io Rigoni di Asiago)
Montate burro mormido con lo zav, unite farina, amido e lievito e incorporate al composto di burro delicatamente senza smontarlo. Io a questo punto ho formato delle palline, le ho inserite nei pirottini, ho poi schiacciato al centro per creare l' incavo della marmellata e modellato un pó lateralmente per dare una forma regolare. Ho infornato a 180 per 15 minuti, ho lasciato raffreddare per altri 15 e ho poi farcito con la marmellata. Bon appetit!!




 

lunedì 19 maggio 2014

PIZZA IN TEGLIA AD ALTA DIGERIBILITA' CON ACQUA DI GOVERNO DELLA MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP

Salve amici affezionati e non. Purtroppo il lavoro mi tien via dal mio amatissimo blog ma non dai miei fornelli of course! Così mi scuso ora se per i prossimi post noterete per così dire poche chiacchiere e molti fatti nel senso che cercherò di andare dritta alla ricetta senza dilungarmi in chiacchiere come spesso invece mi piace fare.  Questo impasto è di una bontà unica per la serie minima spesa e massima resa; parlano da sè gli alveoli che, nonostante la mia scarsa bravura con le foto, si riescono a vedere....LECKER!
Per due teglie da forno:
1 kg di farina 00 (molino Rosignoli)
700 gr di acqua di governo
1 gr di lievito
25 gr sale (io gemma di mare)
 30 gr di olio evo(io OLio Dante)
Innanzitutto si mescola la farina con una frusta: questo serve per dare aria alla farina; poi dividiamo il liquido in due contenitori perchè in uno ci sciogliamo il lievito e nell'altro il sale e aggiungiamo in ordine prima l'acqua che contiene il lievito lavorando un pò l'impasto e poi quello col sale; a questo punto sul piano da lavoro aggiungiamo l'olio con la tecnica a strappo che serve ad ossigenare l'impasto. Passiamo poi alla puntata ovvero la fase di riposo di circa mezz'ora dove l'impasto si rilassa, dopo di che procediamo alla mozzatura ovvero la formazione delle palline che saranno poi le nostre pizze, o come nel nostro caso, a dividerlo nelle nostre due teglie non senza averle unte prima di olio, poi spennelliamo ancora con olio e bucherelliamo.
Mettiamo a lievitare in forno spento tra le 12 e le 24 h e diamo una precottura a forno caldo a 250* per 4 minuti che serve a non far affondare l'eventuale condimento e/o a preparare la base per poterla poi congelare. Si passa poi alla farcitura che per questo tipo di pizza va effettuata senza tralasciare il bordo e si reinforna per altri 9-10 minuti et voilà bon appetit
















LinkWithin

Related Posts with Thumbnails