sabato 11 dicembre 2010

RAME DI NAPOLI

Tralascio la storia di questi dolcetti, perchè sul web troverete tutte le info che desiderate, ma vi dico che avevo intenzionedi farli da tantissimo tempo e che a mio avviso sono una versione alternativa dei mustacciuoli napoletani.
Mi spiego, gli impasti sono simili anche se alle rame manca qualche spezia in più presente invece nei mustacciuoli, però è diversa la lavorazione, in quanto i dolcetti nostrani risultano come una sorta di biscotto, mentre l'impasto delle rame viene ammorbidito quasi a mò di crema, infine diverse sono le forme.
Comunque bando alle ciancie e via con la ricetta!
Devo dire che ho tratto ispirazione qui ma ho apportato le mie modifiche
Ingredienti:
500 gr di farina
200 gr di zucchero
100 gr di biscotti secchi
1 uovo
1 tuorlo
100 gr di cacao amaro
chiodi di garofano in polvere q.b.
vaniglia
cannella q.b.
qualche goccia di estratto di arancia
50 gr di sugna
70 gr di burro
5 gr di ammoniaca
1 cucchiaio di miele
Facciamo ammorbidire i biscotti in poco latte fino a ridurli in crema, procediamo poi come con una normale frolla alla quale infine, aggiungeremo tanto latte quanto basta a renderlo un impasto colloso.
Accendiamo il forno a 150°, disponiamo il composto a cucchiaiate sulla carta da forno, e cuociamo per 15 minuti ca.
 Una volta freddi, vanno glassati con del cioccolato fondente fuso e decorato o con granella di pistacchi, o come me, con dei ghirigori fatti di glassa.






1 commento:

  1. Complimenti che belli da vedere e da mangiare , questo è uno dei dolci che non ho mai provato a fare chissà che ci provo.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails