venerdì 12 dicembre 2014

LIMONCINI

Ecco l'ultima "figata" (concedetemi il termine!) in ambito pasta madre, lievitati e panificazioni a go go ai quali mi sto dedicando ultimamente! Anche per questi panini l'ispirazione viene dalla mitica Sara Papa alla cui ricetta ho apportato delle modifiche o meglio ho aggiunto un ingrediente! Vediamo quali sono: 500 gr di farina, 150 gr di lievito madre, 60 gr di succo di limone, la scorza grattuggiata di un limone e mezzo, 250 gr di acqua 10 gr di sale.
La mia aggiunta?......Alghe marine!!!!Vi assicuro che donano a questi panini già profumosi di loro, un sapore intesnso di mare che col limone si sa ci va a nozze! Dopo aver lavorato tutti gli ingredienti fare lievitare fino al raddoppio dopodichè lavorare piccoli pezzi di impasto dandogli una forma affusolata alle estremità. Spennelliamo con tuorlo e latte e inforniamo a 220° per ca 20 minuti. Et voilà






venerdì 5 dicembre 2014

MARSHMALLOWS

Sono appena venuta a conoscenza dell'ultima iniziativa di Molino Chiavazza ovvero una raccolta di ricette dolci interamente dedicata alla gelatina ed ho subito pensato che fosse un'idea proprio adatta a me! Non sono un'amante di budini o panna cotta perchè non amo quella sensazione scivolosa sotto il palato ma di gelatina ne faccio largo uso per tutto ciò che concerne i miei amatissimi dolci decorati all'americana; si perchè la utilizzo quando preparo la mia pasta di zucchero, per addensare creme da impiegare come farcie per le mie torte e per dare sfogo alla mia creatività con vari esperimenti atti a testare vari giochi di consistenze ottenute grazie appunto alla gelatina. Ultimo tra questi miei esperimenti è il marsh mallow: tante le ricette in rete ma devo dire che la mia attenzione è stata catturata da una ricetta in particolare che non mi ha affatto delusa.
Ingredienti:
100 ml di acqua
80 gr glucosio
330 gr di zucchero
160 gr di albume
100 gr di zucchero a velo
24 gr di gelatina
vaniglia
si fa uno sciroppo con acqua, glucosio e zucchero portandoli a 121°; nel frattempo si montano gli albumi con lo zucchero a velo e vaniglia e si versa a filo continuando a montare, lo sciroppo; quando la temperatura arriva ad 80° si aggiunge la gelatina sciolta a microonde e si continua a montare fino a 40°. Il composto ottenuto va poi inserito in una sac a poche e si creano dei cordoncini in una teglia spolverata con una miscela di amido e zucchero a velo; la stessa si sparge anche sopra i cordoncini ottenuti: questo fa si che il composto non si attacchi alla teglia e si possa poi maneggiare senza appiccicarsi alle dita. Una volta fatto asciugare si taglia nella forma desiderata. IO ho aggiunto anche del colorante rosa per avere l'effetto bicolore. Et voilà






Con questa ricetta partecipo ovviamente alla raccolta di molino Chiavazza dolci in gelatina

giovedì 4 dicembre 2014

PANE AI 5 SAPORI E FANTASIA DI SNACKS...GLI INFINITI UTILIZZI DEL LIEVITO MADRE

Eh si e non solo del lievito rinfrescato ma anche e soprattutto dell'esubero di lievito che ci avanza appunto ad ogni rinfresco! Oggi la mia vena panificatrice era particolarmente attiva e mi son data alla pazza gioia! Ecco a voi la mia produzione di oggi:
1) tarallucci al finocchio con esubero fatti con 200 gr di esubero, 100 gr di farina, 80 gr di olio, 100 di vino 10 gr di sale e finocchietto. Ho creato l'impasto e ho formato dei filoncini lunghissimi che ho fatto riposare; ho poi ricavato i miei tarallucci, li ho fatti sbollentare in acqua con sale e bicarbonato, scolati appena affiorati a galla e poi infornati a 200 fino a doratura.
2) Taralli pepe e mandorle: stesso procedimento del precedente al quale ho aggiunto pepe e madorle; ho poi dato forma classica del tarallo e infornato direttamente senza bollitura.
3) Schiacciatine alle olive: 250 gr di esubero, 100 di acqua, 50 gr di olio 8 gr di sale e semola q.b. per ottenere un panetto consistente e olive nere. Ho lavorato tutti gli ingredienti, ho steso l'impasto in una teglia oleata e ho oleato ben bene la superficie prima di infornare a 200° fino a doratura.
4) crackers ai 5 sapori: ottenuti lavorando a occhio farina, sale acqua, un ciccinin di lm e i vari ingredienti che servono per realizzare il pane ai 5 sapori.
5)e infine, last but not least il pane ai 5 sapori di Sara Papa o almeno ispirato a lei ma poi adattato agli ingredienti e all'estro del momento. Per l'impasto bianco ho usato 150 gr di farina, 75 gr di lm, 2 gr di sale e 75 di acqua; per l'impasto giallo ho utilizzato stessi ingredienti ai quali ho aggiunto una miscela di curcuma e curry. Per l'impasto rosso stessa cosa solo che nell'acqua ho sciolto un quantitativo a occhio di concentrato di pomodoro e paprika; per l'impasto verde ho frullato del basilico con acqua e ho utilizzato 75 gr del composto ottenuto; per l'impasto nero non avendo il nero di seppia ho fatto un patè di olive nere e ne ho utilizzato il solito 75 gr di peso. Ho formato 5 panetti che ho fatto riposare qualche oretta, dopodichè ho steso dei rettangoli più o meno uguali, li ho sovrapposti bagnando le superfici con dell'acqua e ho ricavato tanti filoncini che ho poi attorcigliato e avvolto in carta da forno non stretta, giusto per consentire al filone di mantenere la forma in cottura. Infine ho infornato a 200 per 30/35 minuti . Et voilà












LinkWithin

Related Posts with Thumbnails