giovedì 4 dicembre 2014

PANE AI 5 SAPORI E FANTASIA DI SNACKS...GLI INFINITI UTILIZZI DEL LIEVITO MADRE

Eh si e non solo del lievito rinfrescato ma anche e soprattutto dell'esubero di lievito che ci avanza appunto ad ogni rinfresco! Oggi la mia vena panificatrice era particolarmente attiva e mi son data alla pazza gioia! Ecco a voi la mia produzione di oggi:
1) tarallucci al finocchio con esubero fatti con 200 gr di esubero, 100 gr di farina, 80 gr di olio, 100 di vino 10 gr di sale e finocchietto. Ho creato l'impasto e ho formato dei filoncini lunghissimi che ho fatto riposare; ho poi ricavato i miei tarallucci, li ho fatti sbollentare in acqua con sale e bicarbonato, scolati appena affiorati a galla e poi infornati a 200 fino a doratura.
2) Taralli pepe e mandorle: stesso procedimento del precedente al quale ho aggiunto pepe e madorle; ho poi dato forma classica del tarallo e infornato direttamente senza bollitura.
3) Schiacciatine alle olive: 250 gr di esubero, 100 di acqua, 50 gr di olio 8 gr di sale e semola q.b. per ottenere un panetto consistente e olive nere. Ho lavorato tutti gli ingredienti, ho steso l'impasto in una teglia oleata e ho oleato ben bene la superficie prima di infornare a 200° fino a doratura.
4) crackers ai 5 sapori: ottenuti lavorando a occhio farina, sale acqua, un ciccinin di lm e i vari ingredienti che servono per realizzare il pane ai 5 sapori.
5)e infine, last but not least il pane ai 5 sapori di Sara Papa o almeno ispirato a lei ma poi adattato agli ingredienti e all'estro del momento. Per l'impasto bianco ho usato 150 gr di farina, 75 gr di lm, 2 gr di sale e 75 di acqua; per l'impasto giallo ho utilizzato stessi ingredienti ai quali ho aggiunto una miscela di curcuma e curry. Per l'impasto rosso stessa cosa solo che nell'acqua ho sciolto un quantitativo a occhio di concentrato di pomodoro e paprika; per l'impasto verde ho frullato del basilico con acqua e ho utilizzato 75 gr del composto ottenuto; per l'impasto nero non avendo il nero di seppia ho fatto un patè di olive nere e ne ho utilizzato il solito 75 gr di peso. Ho formato 5 panetti che ho fatto riposare qualche oretta, dopodichè ho steso dei rettangoli più o meno uguali, li ho sovrapposti bagnando le superfici con dell'acqua e ho ricavato tanti filoncini che ho poi attorcigliato e avvolto in carta da forno non stretta, giusto per consentire al filone di mantenere la forma in cottura. Infine ho infornato a 200 per 30/35 minuti . Et voilà












Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails