martedì 21 giugno 2011

TORRETTE DI MOZZARELLA IN CARROZZA CON TARTARE DI POMODORO E RIDUZIONE DI ACETO BALSAMICO

Il titolo può sembrare complicato e macchinoso ma in realtà si tratta di una rivistazione di un piatto tipico della tradizione casertana, e che, non me ne voglia a male nessuno, ma davvero TROPPE volte ho visto prendere a schiaffi e maltrattare da ricette che si arrogano la presunzione di essere quelle originali.
Così, complice anche il contest della cassata, ho deciso di porre rimedio a tutto ciò e di intervenire in prima persona!!
Da premettere che non voglio avere la presunzione di fare la migliore mozzarella in carrozza del pianeta!, semplicemente vorrei mostrare quelli che sono i veri ingredienti e soprattutto i reali e giusti passaggi per una corretta esecuzione della ricetta; questo almeno per quanto riguarda quella VERA e ORIGINALE , poi nulla toglie, e mai mi permetterei di affermare il contrario, che le tante altre versioni siano ugualmente buone ma non possono ritenersi attinenti con l'originale se non rispettano alcuni punti base.
1) LA VERA MOZZARELLA IN CARROZZA SI FA CON FETTE DI PANE RAFFERMO, tutt'al più privato della scorza MA ASSOLUTAMENTE NON CON IL PAN CARRè.
2) Il passaggio da rispettare per l'impanatura è: LATTE-UOVA FARINA ANCORA UOVA E FARINA.
3) Anche la mozzarella va impanata tralasciando ovviamente il passaggio nel latte per cui: UOVA-FARINA
Ho parlato prima di rivisitazione ma intendevo nella forma e NON nel contenuto, poichè volevo renderlo più carino e presentabile mentre, come ogni piatto della tradizione, nella sua forma originale non è tanto da presentazione quanto da...degustazione!
Ho così deciso di eseguire delle torrette di mozzarella ricavando da alcune fette di pane raffermo dei dischi di misura man mano decrescente grazie a dei coppapasta e con gli stessi, per essere quanto più precisa possibile, ho ricavato 3 fettine di mozzarella in queste stesse 3 misure, quindi ricpitolando 3 dischi di mozzarella e 6 di pane uguali a 2 a 2.
Ho preso 3 piatti in cui, per facilitarmi nell'operazione di impanatura, ho disposto rispettivamente il latte, un uovo sbattuto con sale e pepe, e la farina.
Ho preso le 3 fettine di mozzarella, le ho girate nell'uovo e poi nella farina; nel farttempo ho messo una padella con dell'abbondante olio sul fuoco e ho proseguito prendendo i dischi di pane e passandoli, come già detto, nel latte, poi nell'uovo, poi nella farina. A questo punto ho formato le torrette e le ho nuovamente ripassate nell'uovo e poi nella farina in modo da sigillare il tutto.Ho fritto qualche minuto per lato stando attenta a non far bruciare il pane e ho lasciato raffreddare su della carta assorbente.
Nel frattempo ho tagliato 2 pomodori a dadini e condito semplicemente con sale e olio; infine ho ricavato un pò di riduzione di aceto balsamico semplicemente ponendo un pò di suddetto aceto sul fuoco, aromatizzandolo con delle bacche di ginepro e aspettando appunto che si riducesse diventando come una glassa.
Dopo tanto scriver il risultato???.....Eccolo!!!!!!!














Con questa ricetta partecipo al contest della cassata in collaborazione con la pedrini

3 commenti:

  1. ciao riccia che pasticcia :) grazie per la visita. Certo che puoi partecipare con una ricetta che partecipa ad altri contest e fino a due me le puoi mandare :)) quindi, se ti va, mandami il link e in bocca al lupo.
    Ciauu .))

    RispondiElimina
  2. Che bella ricetta...degna dei migliori ristoranti gourmet! Devono essere buonissime queste torrette!!!!

    RispondiElimina
  3. va beh io son di parte perchè amo tutto quello che è fritto, vergognosamente:DDD ma queste torrettte ..ecco vorrei solo averne una qui ora:D

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails