giovedì 11 novembre 2010

PAPPARDELLE ALLA POLPA DI GRANCHIO

Questo piatto nasce interamente dalle mie mani in quanto anche la pasta è stata fatta da me.
Devo dire che ho fato spesso la pasta in casa, ma con l'uovo, stavolta invece, ho voluto cimentarmi con la pasta senza uovo e devo dire che il risultato è stato ottimo e che da oggi in poi farò sempre questa perchè a parità di gusto e sapore, preferisco questa per leggerezza.
Per l'impasto ho utilizzato 600 gr di farina di semola rimacinata, a cui ho aggiunto tanta acqua quanta ne servisse per ottenere un bel panetto sodo, sale ed un cucchiaio di olio. Ho poi fatto riposare per una mezz'oretta la pasta e l'ho poi stesa aiutando con l'impastatrice.
Per il sugo:
6 chele di ganchio
6 pomodorini ciliegini
aglio
olio
vino bianco
pepe e sale
1 confezione di panna
Dalle 6 chele ho estratto la polpa; in una padella ho messo a soffriggere l'aglio con olio, ho poi aggiunto la polpa, ho aggiunto sale e pepe e del vino bianco a sfumare, ho aggiunto la dadolata di pomodorini, fatto cuocere per qualche minuto e poi frullato il tutto.
La crema così ottenuta, l'ho poi nuovamente versata nella pentola ed ho aggiunto la panna poco prima che la pasta finisse di cuocere. Una volta scolata la pasta, l'ho versata in padella ed amalgamato il tutto.
molto gustosa



3 commenti:

  1. un bel piatto di pappardelle ci starebbe proprio bene a quest'ora! :-P
    bravissima.

    RispondiElimina
  2. Non amo il pesce, ma la polpa di granchio sì! Devo dire che però non avevo mai pensato di infilarlo nella pasta, complimenti per l'originalità.

    RispondiElimina
  3. mmmmh...che voglia!! davvero appetitosa!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails