giovedì 18 febbraio 2010

Pizzelle di cavolfiori di Nonna Maria

Dopo ore di lunga attesa sono riuscita a farle! Eh si, perchè dovete sapere che la "voglia" in questione è nata più di 24 ore fa ma non riusciva ad essere soddisfatta causa mancanza imprevista di un ingrediente. Ora vi spiego. Ieri mattina sul tardi, sono andata a trovare la mia adorata nonnina; ORA, già quando si va da lei, ci si scambia idee per pranzi , cene e sfizioserie varie ed eventuali, che la fantasia corre, la mente immagina ed il pancino reclama! NON SOLO, ma quando ieri ho aperto la porta di casa, sono stata letteralmenteinvestita da un profumo così dolce e vanigliato, di quelli proprio che nelle fiabe immagineresti da associare alle classiche case delle nonne, che ho camminato letteralmente ESTASIATA, per tutto il lunghissimo corridoio che porta in cucina, senza parlare e respirando ingordamente l'aria quasi a voler iniziare a saziarmi con quella! Vabbè, questo per dire che già la nonna inconsapevolmente, mi aveva disposta nella giusta vena per cucinare qualcosa di buono, quando mi chiede se volevo dei cavoli che aveva già sbollentato. Io devo dire la verità ho accettato pensando di farci una semplicissima insalatina per cena, quando la nonna mi dice "Sai che ci puoi fare con questi?...due pizzelle!!!"Ed ecco aprirsi dinanzi a me le infinite possibilità che la parola PIZZELLE racchiude in sè!
Ecco gli ingredienti per 10 pizzelle di cavolfiore:
250 gr di farina 0
195 ml di acqua tiepida
11 gr di lievito
sale q.b
un pizzico di zucchero
qualche rosetta di cavolo
burro
saleq.b
alici
Si scioglie il lievito con acqua e si aggiunge lo zucchero, si mescola tutto e si lascia riposare per 10 minuti aspettando che il lievito inizi attivarsi; si aggiunge poi la farina ed il sale si mescola tutto e lo si copre fino a che non sia cresciuto. Nel frattempo, condite i cavoli, già precedentemente lessati, con olio, sale e alici che poi si scioglieranno e un pezzetto di peperoncino, fate insaporire e lasciate raffreddare. Una volta cresciuto l'impasto, staccatene dei pezzettini, ponete al centro un pò di caoli, chiudete e friggetele in olio abbondante. Una goduria anche se, come già capitato, devo dire che, tolto lo sfizio di friggerne 2, il resto cotte al forno e ugualmente buone GIUROOOOO
 
P.S. si può indovinare tra le 3 qual è la fritta!!!!!

1 commento:

  1. Stupende!!! E poi anche io avevo una nonna Maria...un bacione!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails