mercoledì 29 febbraio 2012

RADIATORI CU 'A 'NZOGNA, CASO E OVA E UNA GRADITISSIMA SORPRESA

Dico subito che la ricetta prende spunto dal blog di Luciano Pignataro; la mia modifica sta innanzitutto nella pasta poichè non ho utilizzato i canonici tubetti, nell'aggiunta di pancetta e per una deviazione sul procedimento, per il resto è seguita fedelmente:
pasta formato radiatori 400 gr (io Le gemme del Vesuvio)
 sugna 100 gr
 mezzo spicchio di aglio
basilico e prezzemolo (io Tec.al)
pepe e sale q.b (io sale iodato gemma di mare)
50 gr di parmigiano
30 gr di pecorino (io 50 gr caseificio spadi)
Parmigiano grattugiato gr 50 mescolato a
2 uova grandi
 In una padella lascire sciogliere su fuoco dolce la sugna; a parte battere uova, formaggi e pepe e regolare di sale; cuocere la pasta al dente, scolarla e versarla nella padella con la sugna. IO poi qui ho fatto di testa mia procedendo come per una normale carbonnara nel senso che ho spento il fuoco, ho versato la pasta in un recipiente di vetro e ho versato sopra il mix di uova amlgamando bene. Trovo che la scelta dei radiatori sia azzeccatissima perche catturano e trattengono tutto il condimento rendendo ogni singolo pezzo di pasta un boccone prelibatissimo! Et voilà, Buon Appetito!


Colgo il post, per parlarvi di una graditissima sorpresa ricevuta oggi proprio da pasta Le gemme del Vesuvio: una confezione di svariati formati di pasta ai 5 sapori: nero di seppia, basilico, grano duro, curcuma e bietola rossa! Guardate un pò: ci sono i cuori, le farfalle, le orecchiette, i radiatori, le stelle, i fusilloni, gli spaghetti al nero e imiei preferiti, i cappelli di chef!






.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails