sabato 2 gennaio 2010

Tronchetto augurale

Quest'anno per la prima volta in vita mia, non ho trascorso la mezzanotte del 31 con la mia famiglia, causa lavoro. Ogni fine anno sono sempre uscita a festeggiare con gli amici dopo la mezzanotte perchè per me era una tradizione, quella di vivere il passaggio dal vecchio al nuovo anno con le persone che più amo, i miei genitori e i nonni, che andava rispettata a dispetto di qualsiasi altro tipo di festeggiamento, quasi una sorta di buon augurio per il nuovo anno, che si doveva chiudere e riaprire con le persone che appunto rappresentano un punto fermo nella mia vita. E quest'anno sarebbe stato ancora così se non mi fossi dovuta distaccare da questa abitudine per motivi di lavoro e quindi cause di forza maggiore!
Così è nata l'idea di sopperire alla lontananza con un bel dolce e niente di meglio che un bel tronchetto di natale come portafortuna ed augurio per un buon anno nuovo!
Così ho deciso di prepararne 2 ( anzi 3, il terzo l'ho regalato a mia suocera!) in modo da darne uno ai miei genitori e uno per me con la promessa di pensarci reciprocamente nel momento in cui l'avremmo mangiato alla salute nostra ed alla faccia di chi ci vuol male!
Per un Trochetto
3 uova
125 gr di zucchero
125 gr di farina
1 bustina di vanillina
1/2 cucchiaino di bicarbonato
60 ml di olio
Lavorare le 3 uova con 3 cucchiai di acqua calda e lo zucchero per circa 15 minuti; aggiungere il bicarbonato e la vanillina, aggiungere la farina mescolando dal basso verso l'alto per non smontare il composto ed aggiungere infine l'olio. Cuocere a 160° per 15 minuti in una teglia 27x38 ca.
La farcia è fatta con una CREMA AL PISTACCHIO così ottenuta:
200ml di panna liquida
500 ml di latte
3 tuorli
150 gr zucchero
40 gr di farina
1 cucchiaio abbondante di crema al pistacchio
100 gr di cioccolato in scaglie
La procedura è la stessa di sempre ovvero latte e panna su fuoco fino a bollore, appena giunte a bollore aggiungo il composto ottenuto lavorando a spuma i tuorli, lo zucchero e la farina, senza mescolare; appena gli sbuffi del latte in ebollizione arrivano quasi ad inglobare il composto di uova che sarà rimasto in superficie, giro per qualche secondo e la crema è pronta. Una volta tolta dal fuoco aggiungo la crema di pistacchio e solo una volta fredda aggiungo il cioccolato a scaglie (questo per evitare che con una crema ancora calda il cioccolato tenda a sciogliersi).
La pasta biscotto, una volta cotta va adagiata su un panno umido ed avvolta in questo fino a raffreddamento ( io ho usato della carta da forno lavata e ben strizzata).

Ho poi srotolato il biscotto e bagnato con una miscela di acqua, zucchero e maraschino, cosparso di crema e nuovamente riarrotolato! La copertura è una crema ganache ottenuta con 500ml di panna e 500 gr di cioccolato fondente più una noce di burro ottenuta facendo bollire la panna ed aggiungendo poi il burro ed il cioccolato a pezzi e mescolando fino a che non risulti un composto liscio, l'ho poi messa in freezer per una mezz'oretta e montata a frusta elettrica; in questo modo risulta più compatta ed adatta ad una copertura.Tenete conto che con questa quantità ho rivestito 3 tronchetti e me ne è avanzata un pò quindi regolatevi se per caso doveste prepararne solo uno.
Ho poi tagliato trasversalmente due pezzetti dal tronchetto per ottenere i 2 rami e questo è il risultato:


 

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails